Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

 

COSA SONO LE STUFE A PELLET

La stufa a pellet è l'equivalente di una caldaia, caricamento e accensione sono automatici, così come la gestione dei suoi funzionamenti, mentre intensità e temperatura vengono regolati da un termostato ambiente. L'accensione e lo spegnimento si possono programmare secondo le proprie esigenze.

Sono dotate di sistema di scarico FUMI forzato, che consente una installazione anche in posizione non prossima al CAMINO (canna fumaria). Lo scarico dei FUMI direttamente in parete  NON è consentito dalle DALLE NORMATIVE VIGENTI, consigliamo di rivolgersi ad un CENTRO ASSISTENZA AUTORIZZATO il quale Vi consiglierà al meglio. 

Sono pratiche e di minimo ingombro, estremamente pratiche per l'uso e la manutenzione. Sono economiche in quanto sprigionano elevate quantità di calore ottimizzando il processo di combustione dei pellet. Sono ecologiche perchè garantiscono una bassa emissione dei fumi. 

CONSIGLI PER L'ACQUISTO DELLE STUFA

Quando si acquista una stufa o un altro apparecchio confrontate sempre i prezzi. In alcuni casi un prezzo più caro corrisponde anche ad una tecnologia e ad una ricerca qualitativa dei componenti migliori, che garantiscono un utilizzo del prodotto più a lungo nel tempo.

Prima di procede all'acquisto assicuratevi che il negozio sia in grado di darvi un'assistenza adeguata. Un prodotto pur di alta qualità potrebbe avere bisogno di assistenza qualificata.
Le stufe a pellets si guastano spesso e volentieri, statisticamente per l'80% dei casi, questo è dovuto alla scarsa o nulla manutenzione da parte dell'utente.
Attenzione, la canna fumi, anche se raggiunge 20 m in verticale va benissimo ma per bloccare una stufa basta mezzo metro in orizzontale.
Le troppe curve sulla canna fumaria per effettuare spostamenti, possono creare degli scompensi di tiraggio.
Chiedete consigli ad un Tecnico specializzato, sicuramente Vi darà ottimi consigli per come operare in sicurezza.

COSA E' IL PELLET

E' prodotto con materiale di scarto della lavorazione del legno, segatura sottoposta ad un apposito trattamento di pressatura senza aggiunta di prodotti, praticamente il pellet è un cilindretto di segatura compressa, lungo pochi centimetri da 5 mm fino ad un massimo di 30 mm con un diametro calibrato a 6 mm, in pratica un rifiuto che diventa una risorsa ECOLOGICA.

 AVVERTENZE PER L'ACQUISTO

Controllare che il pellet non sia particolarmente polveroso,  in quanto un eccesso di polverosità (segatura), che  fermandosi lungo il condotto di discesa , rischia un intasamento del condotto stesso di alimentazione, causando il bloccaggio del motoriduttore carico pellet e di conseguenza un elevato rischio di innesco del fuoco lungo il condotto stesso, il quale potrebbe estendersi anche al serbatoio. Altra cosa molto importante sul pellet, consigliamo un unico acquisto di pellet ad inizio stagione, i continui cambiamenti del tipo di pellet possono creare problemi al buon funzionamento della vostra stufa, causando spegnimenti improvvisi oppure intasamenti indesiderati.

Per un facile riconoscimento di un buon pellet controllare le seguenti caratteristiche visive:-deve essere lucido e non opaco-deve essere liscio e non ruvido-deve avere una lunghezza omogenea.

RACCOMANDAZIONI

Consigli e raccomandazioni dati dai maggiori costruttori di stufe - Controlli da effettuare nell'acquisto della stufa a pellet

1. Dimensionamento: controllare la potenza della stufa rispetto all'abitazione da riscaldare: sia se sopradimensionata che sottodimensionata. Non sempre installare una stufa sopradimensionata porta i benefici desiderati, ricordarsi che l'aria non fa le curve, alle volte è meglio installare due stufe di piccole dimensioni che una grande, la distribuzione del calore sarà più uniforme ed i consumi eguali.
2. L'installazione e posizionamento: si consiglia di far posizionare la stufa in un ambiente alquanto grande in modo da evitare forti differenze di temperature tra gli stessi. Controllare che non vi siano oggetti infiammabili nelle vicinanze e che sia distante da mobili e arredi. E' buona cosa far fare un sopraluogo ad un Tecnico specializzato piuttosto che improvvisarsi.
3. La canna fumaria: deve essere conforme alle norme vigenti ossia, che abbia lo scarico sopra il tetto, che il diametro sia adeguato alla lunghezza ed al numero di curve, che sia ben coibentata, e che ci sia il"T" di scarico, ispezione e raccogli condensa. Qui sotto sono mostrati alcuni esempi per una buona esecuzione della canna fumaria.
4. Allacciamento elettrico: verificare l'efficienza dello scarico a terra, e la tensione di 220 Volt
5. Presa d'aria: verificare che la presa d'aria comburente sia collegata all'esterno verificare che la stessa in nessun caso possa essere occlusa o che se ne può ridurre il diametro (proteggere con una retina l'estremità), e che nel locale ci sia una presa d'aria diretta supplementare adeguata (minimo 180 cm2).
6. Controllare: che la stufa sia sollevata da terra di almeno 0,5 cm. Per permettere un'adeguata aerazione alla stessa e che poggi su tutti e quattro i piedini onde evitare vibrazioni e rumori accidentali durante il funzionamento.
7. Per le versioni Hidro: controllare che il collegamento all'impianto dei termosifoni sia stato eseguito correttamente e che sia stato raccordato con dei flessibili in modo da evitare le trasmissione di vibrazioni dovute ad una rigida installazione. Che siano state predisposte delle saracinesche sulle mandate.
8. Sonda ambiente: staccare il filamento della sonda ambiente dalla struttura della stufa in modo da risultare ininfluente al calore della stufa stessa.